Canyon di Lazar

Lungo la parte orientale di Kučaj, si estende il canyon di Lazar scolpito maestosamente dal fiume omonimo.
Questo imponente canyon è impresso nella pianura calcarea di Dubašnica, ed è collegato con i guadi e i canyon più piccoli dei fiumi Mikulja e Pojenska, così come il canyon Demižloka.
Il Canyon di Lazar è considerato uno dei più imprevedibili in Serbia. È lungo quattro chilometri e mezzo, le sue rocce salgono fino a cinquecento metri e la parte più stretta è larga solo quattro metri. È meglio visitarlo nel periodo estivo, poiché si può attraversare solo quando è privo di acqua.

Il posto migliore per iniziare un tour a piedi è nella grotta di Lazar. Nel canyon stesso non vi è un sentiero organizzato, per cui può succedere di trovare la strada sbarrata da alberi caduti e trovarsi davanti le rocce da superare. Dopo sei o sette ore di cammino, il canyon si divide in due: una strada per Malinik e una  strada del corso sotterraneo Demižlok. Per passare l'intero canyon ci vogliono circa otto-nove ore. Gli alpinisti esperti raccomandano, dopo aver attraversato il canyon, un  soggiorno "coronato" con una visita della Grotta di Zlot.
Se volete vedere il canyon da una prospettiva diversa non dovreste perdere una serie di punti panoramici. Il più famoso è la cima di Malinik e il suo belvedere Kovej, che si trova sulla scogliera stessa -  offre una vista davvero incredibile!
La flora di questa zona è estremamente variegata e ricca. È caratterizzata dal numero e dalla diversità del carattere delle piante endemiche e subendemiche, nonché dalla presenza di 52 specie vegetali relitte, tra cui tasso e Ramonda serba. Questo è uno dei rari habitat del pino di Crimea, pino nero del pallasio che abita nelle scogliere del canyon e nelle foreste di faggi e abeti. Ci sono decine di specie di mammiferi nel canyon e quasi un centinaio di specie di uccelli. Tra questi ci sono pipistrelli, cinghiali, aquile reali, gufi reale e molti altri.
Durante il soggiorno nelle zone di Kučaj, dovete assolutamente cogliere l'occasione di visitare il suo mondo sotterraneo. Ci sono decine di caverne e grotte: le più importanti sono le grotte di Zlot, che comprendono la grotta di Lazar e Vernjikica. La grotta di Lazar vi affascinerà con una varietà di formazioni di nomi importanti "Fontana", "Loggia imperiale" o "Orchestra", mentre a Vernjikica rimarrete stupiti dalla sala impressionante chiamata "Colosseo".

Essere informati

Accedi

Bolettino dell'Ente Nazionale del Turismo della Serbia